venerdì 7 luglio 2017

Il nuovo Sol dell'Avvenir...

Bisogna uscire “dalla logica buonista e terzomondista” per cui “abbiamo il dovere di accogliere tutti quelli che stanno peggio di noi”. Insomma, “non possiamo accoglierli tutti noi“. Dobbiamo liberarci “da una sorta di senso di colpa” perché “non abbiamo il dovere morale di accogliere in Italia tutte le persone che stanno peggio”. Certo, “se qualcuno rischia di affogare in mare, è ovvio che noi abbiamo il dovere di salvarlo” ma “non abbiamo il dovere morale di accoglierli”. Piuttosto, “di aiutarli a casa loro”. E “chi viene qui deve fare i conti con la nostra identità“. Da Il Fatto Q.
Come volevasi dimostrare, il buonismo è null'altro che opportunismo.
Voglio capire come la racconteranno ora ai cooperativi che sull'accoglienza hanno puntato tutte le speranze di far su due soldi gestendo migranti come miniere a cielo aperto.
E ai migranti, che diranno? "Scusate tanto, ci siamo sbagliati, ora tutti a casa 'ché qui non ce n'é per tutti"?
Tranquilli, nel Pd nulla dura più del tempo di una conferenza stampa, domani è un altro giorno...
Comunque, a confermare il nuovo sol dell'avvenir in casa Pd, eccoci anche il pensiero di Letta #staisereno:
“Il vertice di Tallinn è deludente perché purtroppo sono gli strumenti che mancano e le regole non sono quelle giuste. La solidarietà”, aggiunge, “non può essere basata sul volontariato a livello di Stati, deve essere imposta con delle regole. Se non ci sono, non può funzionare e l’Europa non sarà efficace su quella che oggi è la questione più delicata”. Da Il Fatto Q.
La solidarietà IMPOSTA mi ricorda la nuova tendenza piddina: vaccinaria e securitaria a suon di decreti legge. 

Mi aspetto che alla prossima campagna di raccolta fondi per qualche prossimo disastro, che non mancherà, i 2€ solidali me li sottrarranno dal conto senza che io abbia più alcuna possibilità di oppormi all'obolo via sms.

E avanti... 

Decidono cos'é bene e cos'è male, e bastasse. Decidono in base a come tira il vento, a come infuria la bufera, a come si svegliano la mattina e a quanto veleno trovano nel caffè.
Non preoccupa la bontà, ma l'insipienza massima con la quale brandiscono clave come fossero aquiloni... 

P.S. h. 23.59
Non so cosa bolle in pentola, ma l'improvviso generale cambio di posizione sui migranti è quasi più inquietante dei vecchi "ci pagano le pensioni", "fuggono dalle guerre" o il più recente (v. Boeri solo 2 giorni fa), "Bloccare i migranti ci costerebbe 38,5 miliardi di euro".

Perfino Lady Boldrini, per dire...
Qualcosa non torna, e perfino l'improvviso ritorno di memoria della Bonino inizia a sembrarmi surreale...
Insomma, le "risorse" di ieri oggi sono all'improvviso una possibile fonte di destabilizzazione.
Domani, chissà.


Nessun commento:

Posta un commento