mercoledì 23 novembre 2011

Transumanze&Comunità

In queste ore sto assistendo a uno strano (nuovo) fenomeno: la transumanza virtuale.
Mi spiego.
Quando lo scorso anno decisi di aprire qui, arrivavo frantumata da attacchi di isteria splinderiana.
Non ce la facevo più a dannarmi ogni volta che dovevo postare nel vecchio blog: Splinder faceva ciò che gli pareva delle mie impostazioni, non potevo osare modificare un errore di battitura una volta pubblicato che il template andava per i fatti suoi.
Tenere un blog è un piacere, Splinder un piacere non lo era più.
Così mi spostai.

Il vecchio blog, questo, è diventato nel tempo come un cassetto che ho finito per dimenticarmi esistesse, salvo continuare a visitare i vecchi amici rimasti di là, su Splinder.

Ora Splinder chiude: con il 31 gennaio 2012 la piattaforma smobilita.

Così capita questa cosa bellissima: una valanga di splinderiani sta traslocando, chi qui su Blogspot, chi su WordPress, chi su...dove gli piace di più.
Nello scorso week-end, pare siano stati traslocati da lì qualche migliaio di vecchi blog, quasi tutti completi di vecchi post, commenti, link, tag, ect.
Una vera transumanza.

Mi diverte questa cosa.
Mi fa pensare che i blogger siano persone speciali: una specie umana che tende a fare comunità, che si trova bene a stare insieme, che ama postare ma soprattutto commentare l'uno il post dell'altro, in una catena infinita di amici e amici degli amici che nel tempo diventa un pozzo senza fondo però selezionatissimo, dove trovi di tutto, per tutti i gusti, pur cambiando nel tempo link e gusti.

Stasera, seguendo fra i miei link in entrata una new entry che mi suonava familiare, ho scoperto che si è già riformata, nel giro di pochissimi giorni, una comunità splinderiana qui su Blogspot.

Comunità, perché sono tutti ad aiutarsi fra loro nella non semplice impresa di traslocare un blog, a insegnarsi a vicenda come usare questa nuova piattaforma, a darsi dritte su template, su come aggiungere un gadget, su come recuperare e aggiungere i vecchi amici fra i propri preferiti man mano che arrivano di qua.
Comunità anche per una tendenza che li contraddistingue: rispetto allo standard dei blogspotiani, i loro vecchi blog (traslocati) sono un'esplosione di colori.
Templates allegri e fantasiosi, rispetto ai tendenzialmente sobri fino a essere quasi ascetici (o asettici?) templates italiani su blogspot.

Molti di loro già li conosco per anni di frequentazioni reciproche.

Altri li visitavo su Splinder di tanto in tanto, senza lasciare traccia del mio passaggio.
Ritrovare splinderiani qui, stasera, mi da la sensazione del riformarsi di paese dal quale ero emigrata qui, solitaria, un anno fa.

Insomma, se qualche splinderiano arriva per caso qui, sappia che my home is your home.
Massimo, a Marco e a tutti quelli che sono nuovi e arrivano da Splinder, il mio benvenuto. 
Ben arrivati e lunga vita...

7 commenti:

  1. Commosso ed emozionato, ricambio il saluto. E ti lascio anche un buono valido per una consumazione omaggio, dato che -oltre a tutto il resto- per arredare la nuova "casa" ho respirato del tuo.......

    RispondiElimina
  2. Grazie per la tua accoglienza che mi incoraggia a continuare il trasloco. La tua ospitalità mi è di grande conforto. Al momento sono ancora al primo stadio.
    Un abbraccio
    Cle

    RispondiElimina
  3. Sicuramente su blogspot siete più tutelati e difficilmente vi capiterà di ritrovarvi abbandonati a voi stessi come su splinder. Un saluto.

    RispondiElimina
  4. Io però non ho capito come spostare il vecchio blog...

    RispondiElimina
  5. Mr. Loto
    Forse per il volume di spostamenti da Splinder di questi ultimi giorni, stamattina pure Blogspot mi era tutto sballato e rallentato, caro Mr. Loto. Altre piattaforme di spostamento, tipo blogga.me, hanno dovuto decidere di andare in manutenzione e consentire spostamenti solo nelle ore notturne. Non so le altre, ma immagino che siano un po' tutte in difficoltà.
    Immagino che un po' di pazienza sarà richiesta a tutti.
    Un saluto anche a te (appena ho un momento passo)

    Laura
    Vi sono un paio di possibilità: una è passando da blogga.me e trovi la procedura cliccando qui, ma solo (come trovi scritto) fra le 19 e le 10 del mattino perché sono collassati
    L'altra, aspettando che Splinder attivi (sperando mantenga la promessa) l'exporter e il redirect per consentire il salvataggio dei contenuti prima di chiudere a fine gennaio.
    Io ancora non ho deciso cosa fare.
    Una sera avevo praticamente completato il settaggio ed ero pronta per dare l'avvio al trasloco quando blogga.me è collassato.
    Così è tutto pronto ma intanto aspetto.
    Che poi, mica si tratta della Divina Commedia che non può essere persa, ti pare?
    Lo so, sono un'insensibile (anche con me stessa), però:avevo già mollato tutto lo scorso anno, perché ripescare adesso una cosa che è già passato?
    Va beh, aspetto e vedo....

    RispondiElimina
  6. Massimo
    Dai sù...che è bello commuoversi fra amici. No?
    Poi, a ben vedere, tu hai respirato ma io ho molto imparato da te.
    E' questo che intendo per fare comunità : essere a volte allievi e a volte maestri, ma sempre tutti rigorosamente senza titoli .
    Che suona come zerotituli ma non è la stessa cosa. O sì?

    Cle
    Il "primo stadio" è il più importante: senza quello, nessun altro stadio (o passo) è possibile.
    Ce la farai, garantito.
    Diciamo che per Natale si festeggia tutti di qua?

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    Ci abito anche, evviva!!!
    Prova a passare e poi mi dici.
    Cle

    RispondiElimina