martedì 30 agosto 2016

La montagne de sucre

Anni fa un'amica decretò: 
"La vita è una montagna di merda con una spolverata di zucchero sopra. Finito lo zucchero, ti rimane la m....".
Ora, noi che abbiamo studiato, sappiamo bene che il denaro è lo sterco del diavolo.
Ed è del diavolo costringere i dannati della terra a rotolarsi nello sterco così da averne sempre di fresco : il denaro non è "la salvezza", è solo il mezzo con cui le diable ci frega lo zucchero.
Così, se vediamo una montagna di zucchero venir osannata come una star e ricevuta con tutti gli onori dalle più alte cariche dello stato, noi sappiamo cosa si onora e si rispetta nel mondo che conta: non "il genio", come qualche neo-idiota ha definito la montagna de sucre che da lezioni universitarie di genio, ma il denaro, cioè lo sterco, cioè la m.... 
Se poi il berg de sucre si permette pure di fingere beneficenza, senza in realtà cacciar fuori un centesimo, e tutti applaudono (quasi, tutti), noi abbiamo la matematica certezza che mai definizione fu più azzeccata di quella coniata dall'amica tempo fa: la vita su questo pianeta è davvero una montagna puzzolente ricoperta di zucchero.
Come si fa a prendere lezioni di genio da un trentenne semi-analfabeta che fa denaro a palate solo perché glieli date spontaneamente voi?
Ma non vi stufate mai di nutrire la bestia immonda?

8 commenti:

  1. Dopo ciò che hai scritto e che condivido al 100%, sento di aver fatto bene a non inscrivermi in quella cloaca telematica di facebook.....

    Mirkhond

    RispondiElimina
  2. Pietro Paolo4:22 PM CEST

    La frase è praticamente la versione pessimista di quella sul reiterato consumo della polenta.
    Quando ero più giovane pensavo: ma com'è possibile che la gente non si accorga del momento del passaggio, cioè quando finisce lo zucchero e continua come se niente fosse?
    Oggi ho capito che la domanda aveva un'errore di prospettiva: il percorso infatti, e gli intelligenti
    lo sanno, va dal basso verso l'alto. Lo zucchero è alla fine e il raggiungimento va per gradi.
    E' la risposta più semplice a un problema complesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...gli intelligenti lo sanno, va dal basso verso l'alto. Lo zucchero è alla fine e il raggiungimento va per gradi.

      Per la serie "chi è intelligente inizia mangiando prima la merda per arrivare allo zucchero quando questa è finita"?
      Cioè, chi segue il percorso della dura fatica per prepararsi al godimento della vita futura è intelligente?
      Oppure: non c'é premio senza sofferenza né bella vita senza duri sacrifici?
      A volte è così, altre no.
      Alcuni riescono a guadagnarsi il premio dopo una dura gavetta e altri invece passano di gavetta in gavetta, di merda in merda, di vita dura a vita grama.
      Certo ci sono anche gli sciocchi, quelli che passano subito a mangiarsi lo zucchero non sospettando nemmeno che poi gli rimanga solo l'amara merda.
      Ma ci sono anche quelli, e temo che il berg zucker sia fra questi, che allegramente si mangiano subito lo zucchero e da lì gli viene l'idea che basta implementare l'accessibilità alle pagine delle facce così che lui continua a mangiare zucchero illudendo le facce di partecipare al banchetto mentre servono solo a produrre un mondo di fuffa che fa girare fuffa che fa girare fuffa che fa girare fuffa...
      Lui mangia sempre zucchero e aumenta le proprie derrate zuccherose, tutti gli altri mangiano un po' di zucchero inventandosi tutti qualche start up che, dopo aver girato su migliaia di pagine delle facce, nel giro di max 2 anni sarà già bella che morta avendo nel frattempo garantito introiti zuccherosi alla montagna di zucchero...
      Ci si può vedere il buono dei 2 anni di sogni e speranze, cioè di zucchero. Ma bisognerà prima o poi vedere anche quanta merda ha prodotto in termini di implementazione delle illusioni, dei sogni infranti, delle aspettative irrealistiche, ec...
      FB non produce nulla, si limita a usare le pagine aperte e i contenuti degli utenti per far girare pubblicità. A pagamento, ma solo per lui, il zucker nonché berg

      Elimina
    2. FB è stata la più bella operazione di raccolta dati della NSA di questo ultimo ventennio, senza nemmeno obbligare gli utenti, gratis, lo fanno da soli, nomi, telefoni, foto....
      Lo gnocco è un prestanome, null'altro...

      Saluti

      Elimina
    3. Un pupazzo semi-analfabeta di trent'anni è pasta frolla, ideologicamente, nelle mani dell'Nsa.
      Che poi, mi pare di aver letto tempo fa da qualche parte che FB ha un proprio ufficio nei locali del...Pentagono? Cia? Nsa? Dentro una di queste sigle americane, comunque.

      Elimina
  3. Per oltre 3 anni era andato tutto "liscio", profilo "pubblico" anonimo sotto false spoglie.
    Ad un certo punto non so perchè visto che postavo solamente foto dei miei viaggi con didascalie, mi hanno negato l'accesso, volevo rientrare per poter "cancellare" l'archivio di foto messo su FB, purtroppo per rientrare mi chiedono una identità "certa", o veritiera. A questa richiesta li ho "mandati" a ...... quel paese. Si può vivere in armonia anche senza FB. Bye, bye

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ti chiedono un'identità "certa" è perché hanno già appurato chi sei, intrufolandosi nel tuo pc, leggendosi la tua posta, monitorando la tua navigazione. E' solo il passo successivo, quello con il quale gli cedi volontariamente tutti i tuoi dati personali, quelli pubblici insieme a quelli teoricamente privati, che hanno già senza averteli mai chiesti ufficialmente.
      Spiace per le tue foto, che rimangono a FB, così come tutti i contenuti eventualmente pubblicati lì.
      Ah, ovviamente le tue foto se lo possono vendere anche senza il tuo consenso: dato che gliel'hai negato come identità fittizia, del loro server ne fanno ciò che gli pare...
      Si potrebbe vivere in armonia anche senza molti altri social, solo apparentemente meno invasivi. E' che finché non lo si decide insieme, di uscirne, restiamo legati come in una catena di Sant'Antonio...

      Elimina
  4. Credo che la merda sia ben altro che la pentola della solitudine...alla FACCIA del "libro-mastro" e della raccolta dati...non che Google e tutto il resto..siano più innocenti...ma il "libero" arbitrio di cacciarsi in internet...pure per dire cose giuste...è responsabilità di chi lo fa...assumendosi le schedati conseguenze...

    Prendersela con una montagna di zucchero oltre che nauseante e appiccicaticcio...ricorda l'incapacità di vedere l'amaro che ci sta dietro...

    Un uomo solo non può organizzare una guerra...ma qualcuno pensa che "Hitler" ci sia riuscito...Figuriamoci un ometto eletto..a far soldi...se davvero è poi Lui...dall'articolo pare di si...per me, rimane uno scarso opinion leader...

    La merda sono le scie chimiche, i veleni spinti nel ciclo cibo/acqua...sapere che la tigre siberiana non tocca le mille unità...e tutte le cose per le quali mi sento frustrato ed impotente...quanto dolore c'è nel mondo...

    Facebook vale un piercing di nichel sulla lingua...niente di più!

    Slobbysta

    RispondiElimina