venerdì 11 novembre 2011

Il lubrificante

Monti o Tremonti, sempre di vaselina si tratta.
Senza che nessun cittadino possa esprimersi in merito.
Che razza di democrazia è mai questa?
Che razza di Europa è mai questa, che spinge nel baratro le persone per salvare i potenti a spese della sopravvivenza stessa della civiltà?

La differenza sarà solo che a dare il nome alla sodomizzazione forzata sarà qualcuno che, non dovendo rispondere a nessun elettore del lubrificante che spalmerà indifferentemente sulle terga di tutti, è stato santificato ancora prima di aver iniziato l'opera di bonifica usando delle terga altrui.
Cioè le nostre.
Il che non mancherà di fare a brevissimo,  con la benedizione della banda Bassotti al gran completo, a tutto pronta tranne che a fare ciò per cui è stata eletta.
Con tanti saluti ai pifferi che farfugliano di democrazia e salvataggio del Paese.

5 commenti:

  1. Ormai mi sembra che siamo a un punto in cui qualunque mossa possiamo fare sarà sbagliata... fuori dall'ue io non ci voglio stare, stare dentro è solo più una cosa economica/finanziaria e una pressione continua verso un'omologazione vuota. E per quanto riguarda noi Italia, concordo con te che saremo vessati a destra e a manca. Ma pazienza se fosse una cosa temporanea (il tempo di riprenderci). E' che il futuro (politicamente) non lo vedo bene, cioè non lo vedo proprio, in ballo ci son sempre gli stessi, anche tolto Berlu. E io che pensavo che avrei festeggiato alla grande la caduta definitiva di Berlu, son qui che non riesco a essere felice (e come me, un po' tutti mi sembra).

    RispondiElimina
  2. Molto "malapartiana", Ross e anche molto efficace.
    Questa situazione è talmente "pestilenziale" che mi sa molto di quella de "La Peste" (o "La Pelle") di Curzio Malaparte.
    'Le terghe offerte etc..' sono il complemento e la leccornia finale a questo enorme e putrido pasticcio che, senza il benchè minimo pudore e senso comune, ci viene offerto condito da una grande quantità di 'vasellina' di marche diverse.
    Mi dispiace di non appartenere alla categoria dei 'Prolet' di orwelliana memoria, perchè anch'io non riesco ad essere felice per l'abbandono di un così 'caro amico' che mi ha sempre voluto bene.
    Ancora un abbraccio consolatorio, e... 'adda passà a nuttata'.
    Speriamo in una BUONA DOMENICA con tante novità inaspettate ma decisamente positive ( alias , un miracolo!)
    Cle

    RispondiElimina
  3. Ilaria&Cle

    Oggi è il Day After, e già sembra di respirare meglio.
    Insomma, domani è un altro giorno, si vedrà...".
    Però, non è stato bello ieri sera?
    Per me sì: emozionante e - ancora in queste ore - quasi incredibile.
    Poi ci sono i però...ma li lasciamo per domani.

    RispondiElimina
  4. Sì dai, alla fine è stato bello godere del momento... Il fatto è che comunque, non so, lui resta, resta la sua maggioranza, resta che alle prossime elezioni lui è anche capace di ricandidarsi o di comandare "da dietro"... boh, non mi sembra che la politica si sia liberata di lui o forse semplicemente... non riesco a crederci e sarà bello quando capirò che sì, è proprio vero!!! E' che in questi 17 anni, anche altre volte lui è sembrato alla fine e invece NO... e poi il berlusconismo... quanto ci vorrà per cambiare mentalità, per riparare i danni? Vabbe', "ci penseremo domani, domani è un altro giorno"! :-)

    RispondiElimina
  5. A me potrebbe bastare la speranza in una politica più umana e priva di trucchetti da circo, ma questo non risolve i problemi che ci ha creato lui e tutto il suo baraccone.
    La dignità perduta e la povertà umana ed economica in cui ci ha violentemente ed incoscentemente buttato non è una cosa semplice da superare.
    La festa di ieri sera è stata uno sfogo, ma potevamo proteggere la nostra dignità agli occhi del mondo.
    ....'è uno di quei giorni pieno di malinconia' comunque!
    'domani è un altro giorno...e si vedrà'!

    RispondiElimina