giovedì 12 gennaio 2012

Tutti a nanna, zitti e mosca

Nel caso fosse fin qui rimasto qualche esile dubbio sul ruolo del neue Regierung Bergen, la giornata lo chiarisce: non conta niente, è un elegante passacarte.
Ha un compito, come si diceva: varare le riforme annunciate dal precedente Governo.
Per conto del precedente Governo.
Ma anche dell'oppos...eh?
Sorry.
E' che non potevano, prima, perché rischiavano di venir linciati dai rispettivi utili idioti (quelli come me, che fan le crocette sugli stemmini colorati).

Sì, insomma, magari non proprio linciati.
Diciamo contestati.
Contestati non rende: diciamo presi a pomodori.
A monetine.
Minacciati di non venir più votati in futuro, ecco.

Liberatosi il campo dai finti inorridimenti bypartisan visti fin prima dell'ascesa del Bergen, ora possono serenamente votare tutti insieme su ogni cosa.
Si è tutto ammorbidito, un avanti tutta liscio e senza sforzi.
Votano pacificamente insieme le manovrine che contestavano a luglio.
Votano armoniosamente insieme le leggine su cui dichiaravano battaglie cruente in agosto.
Votano elegantemente tutti insieme per salvare l'amico degli amici.

Magari non proprio amico amico: diciamo amico degli amici degli amici.
Se non si danno una mano fra loro, da chi se la possono aspettare...
Da voi?
Che "...non siete nulla" ?(cit)
Un aiutino, chiesto all'amico dell'amico che ha amici, invece, si ottiene puntualmente Una mano lava l'altra e, si sa, insieme fanno il bucato.

Ecco, il bucato.
Cose che si lavano perché non sono proprio pulite pulite.
Serve una lavatrice?
L'amico dell'amico conosce un amico che ne ha una.
Fuori mano, in più.
Oltre i Bergen und die Seen.
Così nemmeno si vede, lo sporco, mentre lo lavi; e quando ti torna indietro, è cangiante.
Bisognerà pur tenerlo a giro, quindi, l'amico degli amici: metti che ti serve mandarlo in lavanderia...
O no?

Eh sì, lo so...
Una lezione da Giovani Marmotte: gli amici degli amici sono miei amici.
E gli amici che contano si riconoscono da due cose: il conto in banca e la coppola.
No, la coppola non va più: lo so.
Era per dire.

Poi c'è sempre l'esercito dei senza macchia e senza paura che vogliono il sangue (senza lacrime).
E ci sono quelli che organizzano una raccolta firme: bisogna chiedere di andare subito a elezioni, così li cacciamo (brrr...che paura!) dal Parlamento con le elezioni, visto che la Consulta ha bocciato i Referendum sulla legge elettorale.

Quindi necessita andare subito a elezioni.
Non fa una piega.

Oh, sarà che mica ci arrivo, ma i Referendum bocciati non erano quelli per evitare di andare a votare con l'attuale legge elettorale perché con quella non ci voti nessuno e quelli poi si nominano fra loro e finisce che si danno una mano fra loro se c'è da portare qualcosa in lavanderia?

Scusate l'ignoranza, ma che diavolo c'azzecca la raccolta firme?
Ho letto il commento di uno, sulla lista della raccolta firme, che incazzato nero nero e tutto eccitato minaccia di scendere in piazza con i forconi perché "Adesso basta!".

Scusa eh, tu dei forconi perché adesso basta: ma qualcuno te l'ha detto che i forconi, ormai, non te li fanno portare nemmeno dalla casa all'auto che ti trovi dentro per sospetto terrorismo?
Cioè, scusate tutti, ma ancora c'è qualcuno che sta lì a farsi le pippe sui forconi e sulle raccolte firme per difendere la legalità?
Ma quale?
Quella dei filmoni americani dove vince comunque John Wayne che ammazza gli indiani?

Insomma, per gli indiani era tardi anche quando era presto.
Figuriamoci ora, che gli operai incazzati pendono dalle gru mezzo sfiniti di freddo e a rischio polmonite, e ancora non se li fila nessuno.

Questo vi volevo dire.
I forconi hanno smesso di venderli e con le firme ci si fanno rotoli di carta per il ritiro della Buvette.

E' andata.
Se una cosa si è stabilita con certezza oggi, è che è andata.
Finita.
Azzerata.
Persa.
Di qui in avanti, o si rifanno i circoli carbonari o è meglio imparare di nuovo a fare la calza e a coltivare broccoli.
Che, con i tempi che si annunciano, un paio di calze di lana potrebbero servire quanto e meglio di un forcone, per passare 'a nuttata.
Stattevi bbuoni, e continuate a dormire.
Tanto ci sono sempre i due angeli custodi bofonchianti, quello che veglia sul vostro sonno, l'altro che prega per voi.

Anche sul mio sonno, sì.
Ho fatto la scorta di camomilla al 3 x 2.
Se mi finisce, ho le scorte truppa di lavanda, che è pure ipnotica.
Io, a questo punto, dormo.
Svegliatemi voi, quando (e se) spunta il sol...
O cuando calienta el sol, che forse è meglio, così si continua a dormire.

Nessun commento: