venerdì 12 ottobre 2012

Nobel meritatissimi

Dopo il primo nel 2009 a Barak Obama, quello odierno all'Unione Europea conferma la logica ferrea del nuovo corso orwelliano della storia post 9/11: la guerra è pace, la pace è guerra.

Spiace solo che Stoccolma non sia stata più eroica.

E' all'Italia infatti, che il Nobel andava assegnato.

Lo sapete voi, lo so io, lo sa Gebirge.

Non fosse per noi infatti, che dalle piazze ci teniamo ben lontani (tranne gli studenti che si sa, so' ragazzi...), che resistiamo a ogni provocazione e che gli scioperi ci limitiamo a minacciarli via Camusso, col fischio che l'Europa oggi intascava il Nobel.

Possiamo infatti dimenticare quanto poco vi abbiano contribuito Grecia, Spagna o Portogallo, a questo Nobel?
Gente dal sangue troppo caliente, che ci ha fatto rischiare un'assegnazione all'Asia, noto continente di pace, galere produttive e astro di riferimento internazionale di quell'economia sociale di mercato che noi, contrariamente agli altri citati paesi, ci sforziamo con pazienza di imparare senza fare tante storie.
Di qui i nuovi Nobel alle intenzioni (purché guerrafondaie, così che se ne possa premiare la sedazione).

Siate dunque orgogliosi!
Petto in fuori, pance in dentro e in culo alla balena: noi ci auto-sediamo, cioè non ci alziamo mai in piedi.

E' infatti grazie alla nostra pacifica remissiva pazienza, che il tasso medio di pace in Europa è così alto da meritare un Nobel continentale.

Sarà per questo che oggi Gebirge gongola, contento di essere lui, il "più amato dagli italiani", in barba al fu primato della Scavolini/Cuccarini?

L'avranno chiamato da Stoccolma dicendogli:
" Listen Gebirge, spetterebbe a voi, ma non possiamo assegnarvelo senza scatenare le ire della frau. Quindi, il Nobel è per tutti, anche se in cuor nostro lo avete vinto voi".

Attendo con ansia la pillola di lucida saggezza napoletana che ci verrà senz'altro servita prima di cena.

3 commenti:

  1. ciao rossana,
    il tuo blog è molto bello, ci sono arrivata dal blog di Miguel Martinez.
    a presto
    maria

    RispondiElimina
  2. Il Quirite Volante me lo son perso (e non si è nemmeno ancora alzata la nebbia), ma forse tu no. Nel caso, potresti rischiararci di cotanto lume?
    Sennò fa niente, aspetto con triplicata ansia la prossima puntata di Voyager.
    Ciao! -- volevo dire: Pace e Prosperità!
    marilù

    RispondiElimina