venerdì 31 maggio 2013

#Blockupy BCE

1.06.2013 Da Global Project: 

- 15:15 Francoforte Dalla diretta GMDP dal camion "La polizia sta facendo una scelta politica, ma avete già perso perchè c'è unità tra tutti per un Europa diversa. Cercate di circondarci ma siete voi ad essere circondati perchè noi siamo in milioni in Europa. "
- 15:10 Francoforte Dalla diretta "Solidarietà ai manifestanti dagli uffici, intanto la polizia ripete le sue inacettabili condizioni, dicendo che 'tra i manifestanti ci sono persone travisate e armate', ovviamente è una provocazione. Anche la testa del corteo, formata dagli esponenti dei partiti, le reti e le associazioni della Coalizione Blockupy resiste alle richieste della polizia"
- 15:00 Francoforte Dalla diretta "La polizia sta lanciando il secondo avviso e si sta preparando a cercare di fermare i manifestanti"
- 14:53 Francoforte la polizia lancia spray urticanti contro i manifestanti che restano uniti. Dalla diretta si sottolinea l'incredibile compatezza dei manifestanti, nessuno deve restare solo. il teantativo di dividere "buoni e cattivi" non funziona.

Segui la diretta #blockupy Francoforte dai movimenti su Global Project

-----
Ieri: 
E' in corso #Blockupy #Bce e da #Frankfurt arrivano via Twitter migliaia di foto e video.
Questa sotto mi piace perché dice più di mille parole quanto il tema (cioè il problema), non siano solo i milioni di disoccupati in tutta Europa, né l'austerità imposta dalle politiche europee un problema solo italiano.

Le politiche imposte dalla Bce sono le stesse in ogni paese: tagli al welfare, alla cultura, alla scuola, svendita del patrimonio pubblico, aumento dell'età pensionabile e consistenti licenziamenti per la chiusura di piccole aziende private o come riduzione dei costi delle pubbliche amministrazioni.
E, chissà come mai (e si sa bene, come mai), pare che come uscita dal tunnel della povertà degli europei, ovunque i governi spingano per la costruzione di nuove grandi opere (il bottino gira più facilmente, fra appalti e subappalti, no?): ponti assurdi, TAV inutili, dighe demenziali, grandi alberghi stile Dubai nella pianura padana come a Barcellona.

Così oggi, a bloccare gli ingressi alla BCE, ci sono europei di ogni età e paese, tutti insieme a protestare contro questa Europa governata da banchieri all'ingrasso con la pelle e l'anima di cittadini europei sempre più affamati per dalla loro bulimia.

Loro due, qui sotto, sono (immagino), due fantastiche figlie dei fiori alla loro seconda ondata di proteste per i diritti civili.
Perché questo sono oggi tutte le lotte.
Sono loro due infatti a ricordarmi che la battaglia che non è mai stata vinta era quella iniziata dal Flower Power.
Quella che, mentre bombaroli e i gruppi armati "proletari" minacciavano il potere, portandosi inevitabilmente dietro come conseguenza le leggi speciali degli "anni di piombo" che li hanno poi sterminati, già parlava di ecologia, di orti biologici, di pane fatto in casa e di vita comunitaria.
Insomma, non abbiamo inventato nulla che non fosse già presente al tempo in cui queste due ribelli avevano vent'anni e già marciavano con i fiori nei capelli e uguali sciarpe viola da "la fantasia al potere".
Poi, sempre a Francoforte oggi - un gruppo di manifestanti italiani #blockupy pure i negozi #Benetton, ricordandoci che il capitale lievita ormai solo esportando miseria e morte in ogni parte del pianeta

1 commento:

  1. Ben detto! Da noi, invece, quelli che dovevano cambiare la politica e aprire il Parlamento come una scatoletta, ci si sono asserragliati dentro invece di essere i primi scendere nelle piazze e l'andazzo romano ha già cambiato loro e il grillo parlante che li comanda a bacchetta.

    RispondiElimina