lunedì 2 giugno 2014

Buone intenzioni e false realtà

Fonte: comedonchisciotte.org  - autore della traduzione FA RANCO
di Paul Craig Roberts
informationclearinghouse.info

"Coloro i quali hanno perso familiari e amici stretti in guerra non vogliono che le loro morti siano state vane, di conseguenza i conflitti diventano azioni valorose messe in atto da persone valorose che combattono per la verità, la giustizia e il modo di vivere statunitense. I discorsi patriottici declamano quanto siamo debitori nei confronti di quelli che hanno dato le loro vite affinchè gli USA possano restare liberi.
I discorsi nascono dalle buone intenzioni, ma creano una falsa realtà che sostiene ulteriori guerre: nessuna delle guerre combattute dagli USA ha mai avuto a che fare con la salvaguardia della loro libertà, al contrario, le guerre ci hanno strappato i diritti civili, rendendoci sempre meno liberi."
Continua a leggere...
Vale per tutte le guerre, per tutti i discorsi sugli eroi che "nascono dalle buone intenzioni, ma creano una falsa realtà".

Se poi si tratta di eroi, tali senza altro "merito" che l'essere in attesa di processo per il sospetto di aver accoppato due pescatori colpevoli di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato, più che di buone intenzioni che creano false realtà, si potrebbe parlare di dubbie realtà che creano falsi eroi.
Come dicevo qualche tempo fa, almeno aspettare l'esito del processo prima della beatificazione e/o santificazione.
O è chieder troppo?

1 commento:

  1. Ciao, a proposito di guerre ti segnalo questo articolo : http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/05/quasi-il-90-dei-morti-in-guerra-sono.html ... Complimenti anche per l'interessante blog,saluti :)

    RispondiElimina