lunedì 19 ottobre 2015

Onore a #ErriDeLuca

Da il FQ online di oggi
“Confermo la mia convinzione che la linea sedicente ad Alta Velocità va intralciata, impedita e sabotata per legittima difesa del suolo, dell’aria e dell’acqua” -
Erri De Luca all'apertura dell'ultima udienza del processo di primo grado a Torino.
"...la Tav Torino-Lione va sabotata..."
L'unico autentico intellettuale anti-fascista che ci è rimasto a difesa dagli anti-fascisti di professione che si rivelano puntualmente più neri del più nero fra i fascisti.

Poi taccio sugli altri "intellettuali", quelli che "tengono famiglia" e continuano a sostenere governi fascisti pitturati con una leggera mano di vernice ad acqua rosata pronta a scivolare via alla prima necessità di nero originale.

Onore a Erri De Luca e grazie a tutti i #NoTav (ma anche ai tanti comitati locali in lotta contro la devastazione ambientale di questo paese).  

Questo è fare Politica in un paese dove i governi si insediano per fare Affari. 

P.S. 
L'avvocato di LDF, la società francese che ha presentato denuncia:
"...ma nei momenti di tensione sociale ci sono limiti che soprattutto gli intellettuali dovrebbero rispettare"
Devono tacere.
Come nella Russia Sovietica. Come nell'Italia fascista. Come nella Germania nazista.
Infatti per lo più tacciono. Quando non si limitano a servire accampando il classico "tengo famiglia" pensando con questo di dirsi innocenti.
 

2 commenti:

  1. Erri De Luca è stato assolto, come immaginavo, grazie alla sua notorietà internazionale.
    Che in questo caso è benvenuta se può portare attenzione alla tematica tav e a chi combatte duramente contro un inutile spreco costoso ed inquinante.....

    Mirkhond

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' per questo, per il fatto di essere non solo noti ma dei veri opinion leaders, che gli intellettuali sono così temuti dal potere.
      E per questo puntualmente provano a zittirli.
      Ma si zittisce chi parla, chi fa sentire alta e chiara la propria voce, chi non si rifugia nei giri di parole così da risultare incomprensibili e quindi inutili.
      Questa è la bella lezione che Erri De Luca ci ha dato: mai stare zitti, sempre dire le cose come stanno. Senza timori e senza perifrasi.
      Un grande.

      Elimina