lunedì 25 gennaio 2016

Audi Gialla, ovvero le comiche nord-estine

Mi sto chiedendo se non sia il caso che dia il mio contributo alla ricerca della Audi Gialla (secondo me ce n'é solo una, che gira per il Nord-Est).
Scendo anch'io e catturo l'Audi con l'Attak?
Dopo giorni di spiegamenti di polizia, Carabinieri, blocchi stradali, blocchi alle uscite dei caselli autostradali, avvistamenti ritenuti falsi e altri ritenuti attendibili, l'Audi Gialla che "sfreccia" per strade e autostrade del Nord-Est è ormai una barzelletta.
Esiste davvero?
Se sì, mi si spieghi cosa devono fare quei due (tre?) che ci viaggiano sopra per farsi fermare.
A meno che non si tratti di un'auto che stanno testando per un nuovo episodio di James Bond, mi riesce difficile credere che un'auto appaia e scompaia alla velocità della luce.
Mi dicono: ma che ne vuoi sapere tu. Quella ha 400 cavalli e raggiunge i 100Km orari in pochi secondi mentre quelle delle forze dell'ordine vanno a manovella.
D'accordo: mai sentito parlare di imboscate? Di strategie diversive? Di trabocchetti per far cadere qualcuno in un'imboscata?
Glielo devo spiegare io che un'auto che non si può certo dire invisibile (a meno che appunto non si tratti di un'auto di James Bond), si può fermarla solo volendo fermarla?
Dicono: ma la polizia non può sparare perché rischia di colpire innocenti sulla strada.
Evvvabbbè. 
E i droni? Cosa li coltiviamo a fare? Sono forse broccoli? Vanno bene solo per giocarci in giardino o per andare a sparare agli innocenti in Afghanistan ché tanto quelli mica sono civili innocenti, no?
E i satelliti? Quelli che monitorano costantemente dove si trova la sim del nostro smartphone e che se chiudi l'applicazione ti compare ossessivamente l'omino verde a sollecitarti a riaprirla, perché, diosanto, "non sappiamo dove esattamente sei"?
E il sistema elettronico di bordo dell'Audi con 400 cavalli, è disattivato?
E inventarsi un sistema di tiro mirato da elicottero per cui questo, armato di missile terra-aria, colpisce con litri di colla solo le Audi Gialle?
Che poi, che roba è che si mobilitano schieramenti di forze dell'ordine come se stessero ricercando il povero fu Bin-Laden quando poi leggi che quelli a bordo sono appena accusati di furto dell'auto e di guida in contromano in autostrada? O che sono colpevoli di essere scappati a un posto di blocco dove li stavano accogliendo a pistolettate ma li hanno lasciati scappare per non feririli? (pare volutamente, perché fin qui i reati contestati sono talmente ridicoli da non giustificare né gli inseguimenti né le pistole).
Dai, sù: secondo me si tratta di un film che stanno girando nel Nord-Est e a bordo ci sono degli stuntmen che sostituiscono James Bond per evitargli eventuali graffi in caso viaggiando a 280Km all'ora gli si capotti l'auto.
Vedrete: succederà che di qui a qualche giorno l'Audi Gialla arriverà a Piazzale Roma e una troupe filmerà James Bond mentre scende incolume e si avvia, pistola in pugno e sorrisetto beffardo d'ordinanza, sul Ponte della Costituzione ghiacciato.
Finendo, come si conviene a un film comico, con le gambe all'aria e un'ecchimosi potente là dove non batte il sole.
Applausi dei curiosi, e fine del film con ricovero dell'infortunato James Bond, scappato per giorni senza essere acciuffato da imponenti schieramenti delle forze dell'ordine, com'é nel suo impeccabile stile, ma tradito da una lastricella di ghiaccio assassino proprio lì, dove mai dovrebbe esserci e quando c'é, è fatale.

26.01.2016 
Update: è finita la farsa. 
Anziché far finire James Bond con le chiappe al vento, ché a James Bond non si addice per nulla, a finire nel fumo così come è apparsa, è l'Audi Gialla: ritrovata (ci raccontano) bruciata in un campo fra Asolo e Onè di Fonte, nel trevigiano.
Ma non è anche questa una scena da film di spionaggio?
James Bond che braccato e in fuga molla l'auto, ormai "bruciata", bruciandola: una latta di benzina e un cerino, non serve altro.
E mentre dall'oscurità della notte si levano le fiamme lui si dilegua, astuto, a bordo di una motocicletta.
Anzi di due (forse tre, motociclette, ché mica si sa con certezza quanti erano i James Bondri a bordo del canarino supersonico).
La cosa più ridicola è stata la cronaca sui quotidiani: solo chi non conosce la viabilità veneta può bersi quella che l'Audi Gialla sfrecciasse a velocità da rally su Via Schiavonia o sul Terraglio (magari anche sulla Pontebbana, già che c'erano...). Provateci voi, e vi garantisco che finirete spiaccicati fra due Tir nel giro di mezzo minuto, e anche se v'inventate la gimkana alle 3 di notte: sono strade che non consentono esibizioni a nessuno, credetemi.
Neanche a James Bond, e neppure se è a bordo di un'auto truccata e attrezzata con le ali per volare... 
   

2 commenti:

  1. Diciamo che la macchina aveva un bell'impianto di alfaneria (capisciammè...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo. E' che mi chiedevo come l'alfa.neria potesse coniugarsi con l'Audi.neria: forse per via delle Alfa.nerie in uso agli alfanidi?
      Se così fosse (e forse è), certo che gli alfa.nidi le hanno prese di brutto.
      Con tanti saluti ai gas mal tarati che intanto ci avranno garantito un po' di polveri sottili, cosa che in Veneto-Friuli ci mancava...

      Elimina