giovedì 2 giugno 2016

Vesti la giubba...

Lei questa sera porterà in replica "La più bella del mondo" al grande pubblico di Rai 1, dopo che nel 2012 la buona vecchia Costituzione fece 13 milioni di ascolti, contro gli 11 milioni dei "Dieci Comandamenti" due anni dopo. Dunque Calamandrei batte Mosè?
"Calamandrei, i suoi colleghi e i suoi avversari. Perché dietro la Carta, se si tende l'orecchio, si sente il frastuono della democrazia, che è lotta e scontro di interessi legittimi, di valori e soprattutto di idee. Però sa cosa c'era allora, e si capisce benissimo oggi leggendo quegli articoli? Un orizzonte comune, un impegno comune per il bene comune. E infatti quegli uomini e quelle donne sono riusciti a creare lo Stato repubblicano, la sua Costituzione e la democrazia senza violenza. Un momento di grazia".
Mi raccomando, sudditi: tutti a ri-guardare il guitto di Corte* davanti alla Tv, stasera.

(Art. 1 - L'Italia è una Monarchia fondata sulle Forze Armate - Art. 2 - Il Re può abdicare per ragioni di età nominando il suo successore al trono il quale gli giurerà eterna gratitudine e ubbidienza - Art. 3 - Il Reuccio erediterà, oltre al diritto di rappresentare l'Italia quale fedele serva dell'Impero della Democrazia Planetaria, i guitti di Corte e i Voti di Bottega...)

1 commento: