mercoledì 14 settembre 2016

Alieni in fuga

Mi ero svegliata bene stamattina, dopo un sogno di quelli che ti alzi e sei contento anche sapendo che i sogni finiscono all'alba. Peccato, era bello...
Poi un incontro programmato che mi ha letteralmente devastata: non mi è rimasta più la forza per niente.
Così mi sono detta: diamo un'occhiata che si dice in giro, tanto per fare qualcosa senza impegnarsi troppo.

1. Una 17enne viene violentata ubriaca nel bagno di una discoteca. Le amiche la filmano e buttano il video su Whatsapp. 
E' uno dei danni collaterali dell'essere giovani in tempi di social network: gli amici ti followano solo per farti un like che li faccia sentire in vita anche mentre ti scotennano viva. 
Se non gradisci l'attenzione, ti de-followano. E finisce lì, mica è vita vera.
Fioriscono commenti del tipo: chi lo dice che non era consensuale, se le amiche non sono intervenute forse è perché non assistevano a violenza, ecc. 
Dico solo una cosa: solo un ominicchio, un semi verme umano può far sesso con una ragazzina di 17 anni ubriaca. Un uomo con un po' di sale nella zucca trova il modo di farla riaccompagnare a casa, non le salta addosso "tanto è ubriaca..". Bestie!

2. Mattarella (il Presidente della Repubblica) ha dato una strigliata cattivissima all'ambasciatore Usa che ieri ha osato dire che se al referendum vince il No sarà l'Armagheddon. 
Intanto: il referendum, quando? Qui tutti impazzano sul tema ma una data, a metà settembre, ancora non c'é: sicuri che si farà? 
Comunque, "La sovranità è degli elettori", è stata la brutale picconata presidenziale. 
Gli elettori, commossi ringraziano e attendono che la mutua passi loro, senza ticket, un altro biberon di camomilla...

3. Due paratie del Mose, al test dell'opera disneyana che Venezia ha progettato e realizzato per porre rimedio al fenomeno dell'acqua alta, non si sono chiuse bene a causa di incostazioni di sabbia e pèoci (cozze). 
Fioriscono in coda alla notizia svariati suggerimenti su come risolvere il problema delle paratie difettose probabilmente risparmiando sui costi di manutenzione e forse guadagnandoci qualcosa. 
Si va dalla ricetta classica di aglio/olio e pèoci scampài (saltati in padella) alla proposta di dar licenza di bancarella lungo il molo, così da allestire piatti di pèoci nelle mille versioni conosciute: l'impepata di cozze, gli spaghetti alle cozze in bianco, cozze all'amatriciana (tutto ormai fa amatriciana), cozze saltate in padella con pachino, cozze gratinate al forno, cozze ripiene, tiella di cozze e patate, ecc. ecc.
Come cazzari siamo favolosi, diciamolo.
Poi siamo anche un paese che se màgna tutto: prima passano i pesci grossi, che se màgnano le risorse economiche pubbliche; poi, quando si arriva al fondale di sabbia, arrivano i cuochi sopraffini a raschiare la paratia selvaggia slurpando pèoci a sbafo.
Del paese, a forza de magnà, fra un po' rimarranno sabbia, cemento e asfalto. Il mare serve a tirar su petrolio, ce n'é giusto per un paio di estati e poi via, andare...

Nel libro finito un paio di giorni fa, Il ricordo di Lila, di tale Chimo non meglio identificato, un professore alcoolizzato in pensione sentenzia al bar: 
"Ma che avete mai da ridere voi giovani, con la vita di merda che vi aspetta?"
Un po' rude, concordo. E tuttavia preciso al millimetro.
Ormai non c'é giorno che si riesca a leggere una notizia senza rimanere impallati a metà fra il ridere e il piangere.
Arrabbiarsi no, davvero, non vale più la pena.

Pensa una notizia così (letta davvero): 
"Traporteremo la vita dalla Terra a nuovi mondi disabitati".
Ve lo immaginate il terrore del povero alieno fin qui vissuto benissimo senza terrestri tra i piedi?
Ovvio che non si faccia trovare nonostante boriose sonde spaziali e radiotelescopi del Seti: voi vivreste in un pianeta dove cazzari e magnoni minacciano di esportarvi in casa le loro idee sulla vita?
Meglio cercare pianeti lontani dalla portata di qualunque Seti o navicella spaziale umana: finchè si resta alieni, c'é speranza.
Extraterrestre, portami via...

9 commenti:

  1. Antonio Marzi

    Non è un bel mondo e anche gli alieni credo che non ci vedano tanto bene.
    Comunque dovrebbe passare Nibiru con tutta la sua schiera.....
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, be'...allora #stopiùserena
      Stare ognuno a casa propria no, eh? Poi ci si annoia e bisogna pur passare il tempo, in qualche modo...

      Elimina
  2. Pietro Paolo9:30 PM CEST

    Il programma spaziale non è altro che la riproposizione della guerra di conquista travestita da esplorazione spaziale. I primi singulri siderali si chiamavano non a caso Pioneer, e i pionieri hanno istrutto la civiltà indiana. L'unica speranza è che gli alieni non si lascino abbindolare dalle apparenze dei nomi farlocchi: Spirit, Curiosity, Opportunity, Mars Global Surveyor e Beagle 2.
    Lo stesso programma Seti è labbreviazione di Seti A Vicini Sparo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. Già mi inquietano quelli che rivendicano spazi urbani per portare i cani a...fare le deiezioni, lasciandole là ovviamente, che come occupazione aliena di spazio pubblico terrestre mi pare più un'arroganza dei padroni (non a caso) dei cani, che dei cani, che sarebbero ben felici di esplorare spazi privi di umane presenze.
      Figuriamoci cosa ne sarà di pianeti e stelle e Lune e Giovi, se finito di distruggere la Terra diventerà trendy andare a occupare la Luna o Marte.
      Insomma, gli agitati bisognerebbe sedarli, secondo me...

      Elimina
  3. Pietro Paolo10:54 AM CEST

    Per fortuna gli alieni stanno facendo opera di prevenzione sabotando i missili già sulle rampe di lancio, così che gli agitati si chetino e si contentino delle sovvenzioni statali ai loro progetti, il più ilare
    dei quali è sicuramente quello di spedire un equipaggio umano su Marte entro il 2030.
    Me li immagino già gli alieni a farsi delle risate tra un orbita e l'altra.

    RispondiElimina
  4. Grande Pietro Paolo, apprezzo e quoto... ahahahahahhaahahahah
    manco nel 2050 ci andiamo su Marte....
    Se eravamo andati sulla luna nel 1969 adesso ci andavamo con lo skateboard.... (battuta di nipoti allo zio)....

    RispondiElimina
  5. Wè Rossland, al Mattarella c'hanno freddato il fratello che andava fuori dei binari, che vuoi che racconti, la verità? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, Jean nonché Gabin...i pupi zitti stanno, e per non parlare nel sonno si pigghiano i biberon di camomilla...eh?

      Elimina