mercoledì 4 gennaio 2017

La Costituzione

Parte I
Diritti e doveri dei cittadini
Titolo III
Rapporti economici

Articolo 36

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso  sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.
La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge.
Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.

Ringrazio il commentatore anonimo che oggi alle h. 6.10 lasciava il seguente commento in calce al post "Le solite domande" di qualche giorno fa:

"...l'importante é che ci si dimentichi dell'art 1 della costituzione, per non parlare del 36, che é, quello, roba per palati fini." 

Qualcuno mi sa argomentare come mai la Corte Costituzionale non ha respinto il Jobs Act, che oltre a precarizzare in via definitiva il lavoro (e quindi il reddito), azzera nei fatti il diritto a una retribuzione che assicuri al lavoratore un'esistenza libera e dignitosa
Come sia stato possibile varare una legge sul lavoro senza corredarla (almeno), di un collegato che stabilisca una paga oraria minima obbligatoria, così da garantire quella proporzionalità fra lavoro e vita dignitosa per sé e per la propria famiglia a chiunque dipenda per la propria sopravvivenza da un reddito da lavoro?
Come è stato possibile varare una legge, in totale contraddizione con quell'art. 36 della Costituzione, senza che nessun Presidente della Repubblica, in quanto garante della Costituzione, la respingesse anziché firmarla? 
Mi colpisce molto quel "libera e dignitosa". 
Come può oggi un lavoratore dirsi libero con paghette da 8/900€ al mese (quando va bene)? E può una retribuzione totalmente inadeguata al corrente costo della vita (costo affitti, utenze, cibo, sanità pubblica allo sfacelo...), consentire una vita dignitosa quando sappiamo che poveri sono oggi è anche coloro che hanno un lavoro?

Possiamo considerare degni della carica che rivestono organi costituzionali che, da anni e con una continuità imbarazzante da difendere, hanno partecipato al ribaltamento nei fatti della "Costituzione più bella del mondo"?
Mi ricordava tempo fa un amico che di leggi se ne intende, che le Costituzioni le cambiano i golpe o le rivoluzioni.
Un paese addormentato con narrazioni artefatte della realtà e sedato dalla paura inoculata a regolari dosi di costanti minacce costruite ad arte, è riuscito a farsi trascinare indietro al tempo dell'assenza di diritti senza battere ciglio (e senza diritti, non esiste alcuna "civiltà", per come la vedo io).
E oggi, che pian piano (e grazie a internet) qualche sintomo di risveglio mette in discussione la narrazione ufficiale, spuntano accuse al web di fake news, di post verità, di regolamentazione della rete da parte di "organismi terzi" decisi ovviamente proprio dalle istituzioni, che quindi a quelle rispondono.
Orwell ci fa un baffo, siamo già oltre alla negazione dei fatti perché sotto minaccia di tortura psicologica, alla Winston Smith. 
Trascinati giorno dopo giorno, millimetro dopo millimetro, dentro al pentalone fumante, siamo ormai rane quasi definitivamente bollite e già pronte per essere servite nude e rattrappite sul vorace piatto del capitale.
O saltiamo fuori subito dal pentolone (poi penseremo a guarirci dalle feroci scottature), o non arriveremo vivi alla fine del 2017.
Buon Anno a ognuno di una sana ribellione singola, puntigliosa e determinata. 

15 commenti:

  1. la lex frumentaria permetteva di sfamare a gratis
    il sussidio ai poveri l'ha proposto il ministro all'agricoltura.
    ci prendono anche per il culo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ci prendono per il culo e/o , nel far sapere al mondo la proposta di sussidio ai poveri di un ministro all'agricoltura, é la manifestazione di aderenza ad una visione imperiale ?
      ....e poi , nel caso andasse in porto , quanto vogliono che si senta in colpa il povero che per percepire il sussidio deve anche dimostrare di aver fatto è di fare quotidianamente di tutto per non averne bisogno ?

      Elimina
    2. ...quanto vogliono che si senta in colpa il povero che per percepire il sussidio deve anche dimostrare di aver fatto è di fare quotidianamente di tutto per non averne bisogno ?

      Leggevo ora questo pezzo su Il Manifesto sul tema povertà e sussidi che bisogna meritarsi, e date le cifre in campo, pare che "questo «strumento di contrasto alla povertà» erogherà meno di 60 centesimi al giorno i «poveri assoluti» accertati dall’Istat."
      Se poi per avere tanta grazia attiveranno una gestione che passi per Caritas e Coop, che ormai fanno di tutto di più, è difficile per me non confermarmi quanto vado dicendo da anni, e cioè che l'unica povertà che risolve (e solo parzialmente) il metodo di erogazione della carità di stato, è come sempre quella dei cooperanti caritatevoli. I quali, hanno trovato il modo di sbarcare il lunario mangiando direttamente dal piatto vuoto di chi non ha più che la fame, quella senza diritti e gravata dal doverla dimostrare a chi tiene la saccoccia e pure la panza piena.
      E' tempo di reazioni, non si può più aspettare...

      Elimina
  2. ma a cosa mai serviva la scala mobile ?
    p.s. le politiche economiche dello stato ,all'epoca ,trovavano necessaria ed obbligatoria "corrispondenza " nelle misure adottate dalla banca d'Italia , poi arrivó Carlo Azelio Ciampi ...il mitico sinistro Berlinguer abdico alla lotta di classe per una più comoda lotta morale coadiuvato dai magistrati ed appoggiato dai sindacalisti cialtroni... in seguito il lungimirantissimo Romano Prodi stabili un cambio a 1936.27 magnificando sulla moneta a cambio fisso , costui ancora fa capolino in tele ...dimenticavo i pregi del fantasmatico Dalema , il signore delle cartolarizzazioni, colui che ha permesso che i debiti venissero impacchettati in algoritmi per poi essere rivenduti dopo averli assicurati con un comodo cds che conferiva d'ufficio la tripla A anche al l'immondizia , pratica vietata in Italia fin dai tempi del fascismo...
    escludendo il morto gli altri " sono purtroppo ancora tra noi "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. m'era sfuggito , ma é meglio ricordarlo , il fratello Luigi del sinistro mitico , un cialtrone che ha letteralmente fatto a pezzi la scuola , operazione necessaria a diffondere l'idiozia e l'incapacità di pensare . a sinistra ? uno sciame di insetti parassiti che per affermarsi a fatto leva sui sentimenti umani comuni a moltissime persone per poi tradirli scentemente . a destra ? un accozzaglia di idioti incapaci finanche di pensare al proprio benessere , appoggiano inconsapevolmente quello dei loro padroni...
      p.s. dovrebbe esserci una sola comunità che nel riconoscersi nel programma politico della nazione si adopera per realizzarlo , il programma politico si chiama "costituzione"
      ed é un programma politico di democrazia sociale che inspiegabilmente fu possibile portare a compimento al riparo dai poteri "altri" all'epoca rappresentati da quel pezzo di merda di Einaudi e pochi altri , erano mooolto in minoranza ...badarono anche alla disposizione delle virgole pur di evitare futuri "inciampi" altrimenti dette inculate ....

      Elimina
  3. Mah... la costituzione l'hanno cambiata parecchie volte, senza farsi troppi problemi, tanto comunque sia conta molto poco, il mondo è ormai in mano a oligarchie che non molleranno di certo l'osso, insieme ai propri servi pagati che si arricchiscono alle nostre spalle, mentre il popolo beh... chi se ne fotte.

    Buon anno 2017

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon Anno anche a te!
      Vero che la Costituzione è stata già cambiate più volte (e, nella sostanza, più idolatrata come feticcio che applicata), però, forse, questo anche perché siamo cittadini cui la Costituzione non viene insegnata come si deve già nelle scuole, che dovrebbero formare cittadini, non robottini utili al sistema.
      E' un discorsone, lo so; è che da qualunque parte guardi le cose alla fine tutto c'entra con tutto, e la complessità è l'altra cosa che non viene insegnata come metodo di pensiero nelle scuole.
      Dalla medicina al marketing, da molti anni veniamo educati a pensare e ad agire per compartimenti stagni, come se la vita fosse un cubo di Rubik di difficile soluzione lasciato in mano a pochi e bastasse sviluppare un paio di equazioni di base per poi essere gettati nel mondo complesso a fare l'impossibile per campare, frustati ogni giorno per le nostre incompetenze e la nostra inettitudine, che in realtà è la sola cosa che ci viene insegnato a sviluppare.
      Grazie alla rete, poco a poco qualcosa sta cambiando, l'accesso a molte informazioni consnete un'auto educazione e un qualche apprendimento della complessità.
      Nel frattempo, però, quelli col cubo di Rubik in mano gli hanno già fatto fare qualche giro così è sempre più difficile cogliere gli incastri per poter trovare soluzioni.
      Bisogna essere pazienti e fiduciosi, continuare a provare a capire e agire, quando singolarmente ne abbiamo la possibilità
      Credo...(forse...)
      Un saluto.

      Elimina
  4. Il potere sta altrove...

    http://orizzonte48.blogspot.it/2015/09/immigrazione-dati-spinnati-degli.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto, interessante (e sul tema ce ne sarebbero ormai così tante da dire che forse ne basta una: BASTA immigrati.
      Chi sostiene le politiche migratorie è nei fatti un collaborazionista nello smantellamento sistematico di diritti, sovranità, civiltà, cultura e senso civico.
      Credo...

      Elimina
  5. ...mi chiedevo : ma quanta corrispondenza c'é tra chi trova divertente giocare un gioco in cui sia "il campo "che "le possibilità di muoversi" sono "limitate e finite "e in cui prevale chi ha memoria (...gli scacchi sono davvero una gran cagata ) ed il sentire che si fa volontà di quelli che " ...tanto non cambia un cazzo " ?
    ci sono troppe variabili nella "quotidianità" , non é come gli scacchi ! il campo di gioco é mooolto ampio e le possibilità di muovere infinite ....vuoi mettere con gli scacchi ?non é la stessa roba , ammesso che si conosca il gioco degli scacchi....

    RispondiElimina
  6. fermo restando che almeno i fondamentali bisognerebbe "accettarli" come tali evitando sproloqui ...
    rimane l'incontestabilita di : gli ultimi , i penultimi , insomma tutti quelli che non sono i primi dovrebbero tenersi ben stretta la lanterna con cui illuminano la strada di notte
    perché i primi devono necessariamente decidere come risolvere il problema Germania , loro , i tedeschi , non vogliono assolutamente avere qualcosa ( intendo la moneta ) che somigli nei "fatti" al marco pur sapendo che i primi "non hanno alternative" loro , i tedeschi , devono e vogliono estrarci valore prima che i primi "impongano" soluzioni che di fatto fanno dell'euro moneta qualcosa che sia per la Germania simile al marco .
    questo , se si traducesse in una rivalutazione dell'euro sul dollaro , vorrebbe dire che economicamente e non solo ci ammazzano tutti . l'altra alternativa é il marco per la Germania il franco per i francesi ecc. ma rimangono inchiodati e perseveranti quelli che continuano , non capendoci un cazzo di niente , a buttarla sul l'etica ...non che l'etica non centri , anzi , ma questa pare avere proprio a che fare con quel " ci ammazzano tutti e non solo economicamente " .
    quando sarà evidente anche ai porci oltre che alle capre ed ai sassi che l'euruccio bello di mamma starà per finire ....tutti tutti , intendo porci capre e sassi , si rifugeranno nel dollarone rendendo vano il tentativo di deprezzarlo per riequilibrare il mercato in modo da non dover importare la deflazione salariale tanto consigliata "nei fatti" dai teutonici.
    i primi , o impongono l'apprezzamento dell'euro o ne impongono la caduta , la scelta la faranno solo dopo aver valutato l'esito delle elezioni francesi tedesche ecc...adesso si comprende meglio perché in Italia non si vota ? sanno che il popolo invierebbe il segnale utile ai primi per decretare la morte della moneta unica . chi non ci permette il voto sta aiutando i tedeschi e non solo ad estrarci valore e lo sta facendo consapevolmente .
    é un po' come tenere a bada il gregge che va al macello, lo sanno .
    uno , ma anche due o mille , che cazzo se ne potrebbe mai fare della costituzione ?
    bhe , considerando che é l'unica arma ...almeno , cazzo , impariamo ad usarla .

    RispondiElimina
  7. ma se la consapevolezza , o un idea di possibile consapevolezza , fosse deducibile indicizzando i suggerimenti di lettura forniti da tutti i siti internet blog compresi ? quanto conterebbe quel che si suggerisce di leggere ?
    se sui blog che trattano astrologia piuttosto che piatti tipici piuttosto che "di tutto un po' " si consigliassero gli articoli che generano consapevolezza quanto allegramente proporrebbero leggi e scelte politiche di merda ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...indicizzando i suggerimenti di lettura forniti da tutti i siti internet blog compresi ? quanto conterebbe quel che si suggerisce di leggere ?

      Questo è interessante, e forse magari fin qui in modo un po' faticoso e caotico, credo sia quello che ogni tanto ci consente di intravvedere barlumi di verità nascoste per i più inaccessibili.
      Bisognerà lavorarci, sistematizzare l'idea, capire come renderla disponibile al maggior numero di persone.
      Grazie dei tuoi interventi, sempre molto stimolanti (però: te lo trovi un nick che ti renda per me riconoscibile da altri uguali anonimi? sarebbe bello...)

      Elimina
    2. se per te è importante ...
      ...sceglimelo tu .
      p.s....il giochino ? quello delle corrispondenze navi / ogm . l'hai risolto ? c'è poi da assegnargli una rotta ...

      Elimina
    3. ...mario il drago , venerdì scorso se non sbaglio , ebbe a dichiarare : non c'é un piano B , se un paese vuole uscire puo farlo onorando il debito previsto da "target 2 " (...l'Italia nostra , deve o dovrebbe , 370.000.000.000 di euri ...)
      al drago sfugge che ,con dei politici capaci, noi ci si può stampare valuta e , sempre noi , considerando l'implosione ventura del l'euruccio , gli si stabilisce un cambio "adeguato" , del tipo : mille lire =50 / 100 euri e se non gli va bene ...noi si aspetta che imploda di suo e poi facciamo che ogni mille lire ci vogliono 10.000 eurini...sembra proprio che la Germania che deve "prendere" 750.000.000.000 da un po' di paesi comunitari , sia destinata a prenderselo nel culo...mi si perdoni il francesismo...

      Elimina